Home Politica Frattamaggiore, Francesco Russo inaugura il comitato elettorale, bagno di folla e applausi...

Frattamaggiore, Francesco Russo inaugura il comitato elettorale, bagno di folla e applausi scroscianti

507
0

Inaugurata ieri la sede del comitato elettorale di Francesco Russo (foto copertina) in un clima di grande entusiasmo. Nonostante l’organizzazione abbia garantito il distanziamento sociale, la distribuzione di mascherine, postazioni per disinfettare le mani, nessuno ha resistito: Francesco Russo è stato sommerso dall’affetto a dimostrazione della stima che nutre tra le famiglie frattesi.
Una battaglia di libertà, d’amore verso la sua terra, quella che ha amministrato per un decennio realizzando opere pubbliche e servizi; poi 5 anni targati Del Prete di buio totale. E proprio il fallimento dell’amministrazione in carica ha permesso a Francesco Russo di spiccare il volo. Le liste di Del Prete sono imbottite di quella vecchia nomenclatura il cui collante resta la conquista del potere. Non si parla di idea di città, non possono parlare di contenuti e nemmeno di risultati conseguiti. Per essere competitivi hanno dovuto fare un accordo col centrodestra, imbarcando addirittura chi, come Michele Granata, li ha “abbuffati” di “vergona” fino a ieri. Proprio così, Granata ha silurato marco Del Prete in tutti i modi, pubblicamente, con accuse molto pesanti. Poi a pochi giorni dal voto Del Prete e Granata hanno stretto un’alleanza, formando una coalizione “ambidestra” che di sicuro ha fatto storcere il naso a quella Frattamaggiore libera non legata al filo del potere e della clientela.

Ecco perché Russo sta salendo sulla cresta dell’onda. Sia per la stima che i frattesi hanno verso il professionista, sia per il buon ricordo che Frattamaggiore ha del decennio Russo e molto ce lo ha messo anche Marco Del Prete dopo 5 anni di fallimenti e figuracce. E poi l’inspiegabile alleanza con Granata a pochi giorni dal voto ha tolto la maschera all’alleanza di Del Prete che si presenta solo come “un’accozzaglia” che va da sinistra a destra.

Tornando all’inaugurazione del comitato, erano presenti in città tutti i vertici provinciali, regionali e nazionali di “Italia viva”: Barbara Preziosi, Ettore Rosato e Gennaro Migliore. Quest’ultimo è stato chiaro: “Russo vincerà le elezioni per la caratura politica, amministrativa e umana. Tutti ricordano cosa ha fatto nei suoi dieci anni di governo, nessuno ricorda cosa ha fatto Marco Del Prete in questi cinque anni”.

Migliore, in una sola frase ha sintetizzato l’attuale storia politica locale. Russo ereditò una città che usciva da uno scioglimento anticipato. E dopo dieci anni la trasformò in un vero e proprio modello al quale aspirarsi. Del Prete ha ereditato un paese ricco di opere pubbliche realizzate da Russo e tanti grandi progetti programmati: ma non ne ha realizzato nemmeno uno. Mai come in questo caso parlano i fatti, incontrovertibili.
Una partita che si risolverà al ballottaggio e chi mastica di politica, conoscendo la libertà dei frattesi, sa già come finirà. Provare per credere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here