Home Politica CARDITO – Si spacca la maggioranza sulle lottizzazioni di via Roma

CARDITO – Si spacca la maggioranza sulle lottizzazioni di via Roma

1185
0

C’è un gioco semplice nella Settimana Enigmistica, un gioco che non richiede arguzia, ingegno o intelligenza, ma solo un poco di pazienza. E’ quello che chiede al lettore di congiungere un numero x di puntini disseminati in un rettangolo per far comparire una figura.

Proviamo ad applicare questo gioco alla situazione politica carditese. Immaginiamo che ogni puntino sia un mese e che quindi il totale dei punti da congiungere sia  60 (pari ai mesi di una consiliatura intera).

 

Oggi possiamo congiungere i primi  26 puntini (i mesi trascorsi dall’elezioni del maggio 2015 ad oggi) e possiamo già avere  un accenno di disegno leggibile che ci fa capire la vera natura dell’accordo politico che regge questa consiliatura. Gli ultimi puntini li abbiamo congiunti la settimana scorsa, dopo le dichiarazioni di Peppe Barra e il confronto Pisano- Aprovidolo. In tutte e due le occasioni il clima si è riscaldato sull’urbanistica o meglio sulle orami note lottizzazioni di via Roma

 

Da una lato l’insistenza di Peppe Barra nel sostenere la bontà le lottizzazioni di Via Roma (con annesso appello- bacchettata su via Marconi al super dirigente  Imbemba e palese sviolinata interessata ad Antonio Giangrande che le bocciò per fargli cambiare idea), dall’altro la coerente posizione contraria espressa da Aprovidolo, annunciano un’altra stagione di conflitti violenti e aspri e quindi di paralisi per lo sviluppo del territorio, altro che Piano Urbanistico Comunale.

Il nodo irrisolto e che ha comportato la paralisi dei primi 26 mesi sta proprio  in materia urbanistica. Altro che staffetta e canditura alla Regione. La partita si gioca a Via Roma, non a Piazza Garibaldi

A margine del  disegno compare anche una piccola immagine di Nunziante Raucci, con Francesco Castaldo e Andreina Raucci che gli bendano gli occhi, gli tappano le orecchie e la bocca. Gli hanno spiegato che per fare il Sindaco non deve vedere e non deve sentire nulla, per non scontentare Peppe Barra ed altri.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here