Home Attualità CRISPANO – Sì, alla Festa dei Gigli 2018, ma tolleranza zero...

[INTERVISTA] CRISPANO – Sì, alla Festa dei Gigli 2018, ma tolleranza zero per tutti. L’intervista al Comandante Luigi Maiello

3895
0
CONDIVIDI

La commissione straordinaria dopo essersi riunita, ha dato l’ok per la Festa dei Gigli 2018. Ieri, nel Municipio, si è tenuta una sorta di conferenza stampa, per spiegare alla cittadinanza il regolamento che stabilirà le modalità e lo svolgersi della festa. Un regolamento imprescindibile, severo, curato in ogni minimo dettaglio, per scongiurare qualsiasi alone che per anni ha attanagliato la storica festa dei Gigli.

 

A spiegarlo e renderlo pubblico, vi erano il Prefetto De Rosa, i 2 commissari, Maria Saccardo di Libera, Luigi Cuomo di S.O.S. Impresa, il parroco della chiesa san Gregorio Magno, don Adriano Polis ed  il nuovo comandante della Polizia Locale, Luigi Maiello (in foto). Proprio a quest’ultimo, che conosce bene il territorio, e soprattutto i retroscena della famosa festa popolare, abbiamo posto alcune domande.

 

Il Comandante Luigi Maiello

Com. Maiello, è stato redatto un regolamento rigido, con una miriade di divieti, a partire dagli ambulanti fino ai cantanti, musicisti e fonici, ci spieghi meglio?

“Il regolamento va reso operativo con delle misure attuative, queste sono in pratica le ordinanze dirigenziali previste dalla recentissima norma sulle disposizioni urgenti in materia di sicurezza urbana, ossia, la legge n° 48 del 18/04/2017, ovvero la safety e security, a noi spetta la safety, infatti sia i commissari di percorso, sia il piano di sicurezza adottato, dovrà tenere presenti alcuni aspetti, ad esempio la presenza dei venditori ambulanti con i carretti che sarà assolutamente vietata. Per quanto concerne la qualità dei partecipanti, lo abbiamo detto chiaramente, non solo i precedenti, ma anche i soggetti ritenuti vicini ad un clan, che siano incensurati, magari frequentazioni, i cosiddetti ‘controindicati’, faremo in modo che anche questi ultimi siano esclusi dalla partecipazione della Festa dei Gigli.”

Si è parlato addirittura di controlli sulla tracciabilità finanziaria?

“La tracciabilità dei flussi è molto semplice, loro devono avere un conto dedicato, dove Tizio gli da 10 euro, significa che 10 euro entra e 10 euro esce. Oltre alla tracciabilità, c’è la congruità, ad esempio, se si raccolgono 1000 euro, il Giglio non potrò mai farlo, perché il calcolo della struttura minima, che sarà fatto in sede di Commissione, che valuterà quindi, se i soldi raccolti, giustificano la partecipazione alla costruzione di un Giglio. Anche se il Giglio fosse stato già costruito, ma non risulta essere congruo alla raccolta fondi, in quel caso saremo costretti ad abbatterlo.”

Com. dal regolamento si evince tolleranza zero, ce lo conferma?

“Tolleranza zero assolutamente, la sicurezza urbana deve essere talmente perfetta che quasi non si dovrà percepire, sarà una festa blindata per le regole, per i controlli, ma sarà una festa piacevole, dobbiamo saperlo noi  addetti ai lavori, i paranzari ed i comitati,  per i cittadini invece, sarà una festa libera ed aperta. Sarà la festa della legalità, ecco perché la scelta di far partecipare nell’organizzazione, già dalle prime battute, Libera e S.O.S Impresa, proprio S.O.S. Impresa, come tutti sanno, brilla per le operazioni antiracket, anti estorsione, proprio per far capire che non ci sono scuse. Anzi se qualche commerciante dovesse sentirsi vessato da richieste di soldi per i Gigli, deve farcelo sapere subito, perché nessuno è autorizzato a raccogliere soldi per nome e per conto della festa, se non nell’ambito di questa tracciabilità.”

Quindi la festa dei Gigli 2018 sarà una festa pulita, senza fantasmi di infiltrazioni camorristiche?

“Bisogna far ripartire una festa storica, nel modo giusto, riconsegnandola alla città, ai crispanesi, che sono per la maggioranza persone perbene, laboriose e che sicuramente tengono alla festa. L’ipotesi negativa sarebbe quella di non fare più la festa,perché, il regolamento prevede sanzioni pesanti, fino alla radiazione permanente dalla festa, io sono sicuro che tutto andrà bene. Voglio sottolineare che il contributo più importante lo daranno i cittadini, loro sono i protagonisti della festa.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here