Home Politica Cardito - Pisano vs Cirillo: i legali del sindaco sbagliano la querela,...

Cardito [Video]- Pisano vs Cirillo: i legali del sindaco sbagliano la querela, ma la vera tegola per il primo cittadino è quella politica, maggioranza spaccata

502
0

Alla fine ha avuto ragione l’avvocato Francesco Pisano, già vicesindaco, assessore e consigliere comunale. Ieri, 29 settembre 2022, presso il tribunale di Aversa, si è tenuta l’udienza che vedeva l’ex leader dell’opposizione difendersi dall’accusa di diffamazione. A trascinare Pisano in tribunale, come già scritto nel precedente articolo, il sindaco di Cardito Giuseppe Cirillo, ricordiamo che in questo procedimento, il Comune di Cardito si era costituito parte civile, ieri però, il giudice ha ribaltato completamente la situazione, a renderlo noto lo stesso Pisano mediante un post su Facebook:

Questo significa che il sindaco dovrà presentarsi il 30 di marzo in tribunale e non potrà essere difeso da nessun avvocato. Il buon Cirillo parla poco anche se da un lato ci dispiace, perché i suoi sfondoni e le sue castronerie sono degne di Made in Sud (segue video). Francesco Pisano è stato querelato dall’ingegnere degli ingegneri per un presunto post diffamatorio, ma questa non è la prima querela dell’‘Asso piglia tutto’, tra ex, attuali amministratori e giornalisti, Cirillo dal 2016 ad oggi si è lanciato in almeno 5-6 querele, bavaglio e temerarie. Il problema non è il numero di denunce fatte partire, l’arcano da svelare è quanto costano ai contribuenti carditesi i capricci del sindaco, ‘AAA Cercasi’ disperatamente i tre consiglieri di opposizione (Mazza, N. Raucci e A. Raucci) scomparsi dai radar da un bel po’di tempo.

Ritornando al post dell’avvocato Pisano (quello da cui è scaturita la querela), dove focalizzava l’attenzione su argomenti caldi, quali, abbattimenti, capannoni abusivi e camorra, il sindaco invece di affrontare le problematiche, come i protagonisti di ‘It’, si è liquefatto e rifugiato sotto l’ala protettiva dei suoi legali e diciamolo pure, al momento tra archiviazioni e ‘proviamoci’, perché alla fine sono soldi pubblici, tutte queste querele hanno fatto ‘fetecchia’. Perché il primo cittadino appare poco sereno su queste tematiche? Perché non si confronta e non risponde? Lungi da noi nel pensare che ci possa essere una connivenza, ma il dovere di un amministratore e dell’intera squadra è quello di rassicurare tutta la comunità e spiegare chiaramente come stanno le cose.

Altra tegola per il principe dello gnomone è questa crisi di maggioranza. I quattro moschettieri, ovvero, Andrea Russo, Giovanni Aprovidolo, Giuseppe Mirone e Orlando Desimone, sono ormai degli apostati, da tempo separati in casa con ‘Peppe Five’, pur appoggiando e sostenendo le ‘voglie’ del sindaco, non si accontentano più delle trattorie, ma vogliono banchettare e bagordare a livello stellato, un po’ come i giudici di MasterChef; da anni Cardito, sul profilo politico, non fa più scuola, dal 2012 ad oggi, il livello non si è abbassato ma si è letteralmente dissolto, consigli comunali indetti in orari assurdi, nella sala consiliare oltre ai vigili urbani non c’è praticamente nessuno, del puc, tanto atteso e decantato non se ne parla più, i lavori nel cimitero sono durati quasi vent’anni, per non parlare della consegna dei loculi che ancora non si è capita.

“Peppe devi toglierti il grembiule, sei fuori da MasterChef”

Ma sui consiglieri dissidenti si deve spendere ancora qualche parola, il gruppo degli ‘scissionisti’, da poco passato con Forza Italia, non vuole essere minato, quella di Cirillo è l’ultima consiliatura, ormai mancano poco più di due anni, poi l’imperfettissimo dovrà farsi da parte, i ‘fratelli ribelli’ scalpitano e quindi avrebbero preteso l’azzeramento totale della Giunta, del consorzio cimiteriale, dei nuclei valutativi e degli incarichi, insomma, Cirillo non è più il capitano, non detiene più quella leadership di un tempo, per evitare l’ammutinamento nel mare in tempesta deve correre ai ripari, altrimenti il 2025 resterà un porto irraggiungibile.   

“Che questa è la nostra obiettivo, quanto più sbrucola…”???? (Giuseppe Cirillo)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here