Home Cronaca CARDITO – Pasquale Chiacchio: “Incontro urgente per fronteggiare l’emergenza roghi tossici”

CARDITO – Pasquale Chiacchio: “Incontro urgente per fronteggiare l’emergenza roghi tossici”

3761
0

Un messaggio forte e chiaro lanciato dal Consigliere Comunale Pasquale Chiacchio, direttamente dalla sua pagina istituzionale (Facebook) per fronteggiare l’emergenza incendi e roghi tossici. –  Da cittadino, da consigliere comunale del Comune di Cardito e da presidente dell’associazione “Cardito per il futuro” invito sulla tematica dei roghi tossici i sindaci del “Tavolo della “Terra dei fuochi” ad una iniziativa coordinata e congiunta perché ritengo che tante iniziative isolate servono davvero a poco se non a nulla –  

Queste le parole di Chiacchio, che chiosa ancora – Ritengo che questa richiesta debba essere il punto di partenza di una mobilitazione che veda i sindaci e i cittadini di tutto il territorio, oltre i confini comunali, uniti per tentare di accendere i riflettori del governo nazionali su una emergenza che sta avvelenando la nostra terra e uccidendo i cittadini di questo territorio martoriato –

Una richiesta più che un invito, un urlo disperato da parte di chi rappresenta i cittadini in ambito locale, questi ultimi esasperati, stanchi e sfiduciati dalle sterili reazioni del governo locale e generale.

Una terra la nostra, marchiata a fuoco, purtroppo, quel fuoco nemico, innescato da menti deviate e  criminali, che non brucia solo spazzatura e spazi verdi, ma incenerisce  vita e speranza. Una richiesta di aiuto dicevamo, partita proprio “dal cuore di Cardito”, parafrasando lo stesso Pasquale Chiacchio, che non può essere attecchita solo con le parole, ha bisogno di azioni concrete, di fatti e di mobilitazione generale da parte di tutti. La nostra redazione, si associa alle parole del Consigliere Chiacchio.

Ci auspichiamo inoltre, che il messaggio non passi inosservato, questo “Tavolo” è improcrastinabile, non è possibile chiudersi in casa di notte, perché miasmi, lezzi ed aria irrespirabile ci impediscono di respirare, il diritto alla vita deve essere garantito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here